Facebook Pixel
text.skipToContent text.skipToNavigation

Mondi and the cycle of sustainability | myMondi Growth Site

Language and country menu

Buongiorno! Seleziona la tua sede

Main navigation mobile

MobileStage.jpg

Recycling

Mondi e il ciclo di sostenibilità

La possibilità di creare carta di alta qualità da un prodotto di scarto è una gran cosa. Tuttavia la carta non può essere riciclata indefinitamente.
All’incirca a 400 chilometri a nord est di Vienna, oltre il confine con la Slovacchia, si trova l’incantevole campagna di Liptov. Dolci colline e castelli secolari conferiscono in qualche modo a Liptov un’atmosfera medievale, impressione amplificata dalle ampie aree ricoperte da una folta e fitta foresta. Tuttavia la similitudine con l’era medievale finisce qui poiché queste foreste sono il primo anello di una catena della moderna produzione cartacea. Ma prima di addentrarci in questo argomento, facciamo un passo indietro per esaminare quale sia la situazione ai giorni nostri.
 
E’ l’anno 2019 e gli ultimi mesi hanno messo in luce una tematica che continuerà a catalizzare la nostra attenzione negli anni a venire: la crisi climatica. Alluvioni, siccità e altri fenomeni metereologici come avvisaglie di ciò che succederà se non ci sarà subito un ripensamento globale rispetto all’attuale consumo di energia. Questo è un dato di fatto comunicato con urgenza dalla grande maggioranza di scienziati del clima.
 
Potrebbe sembrare uno scenario apocalittico, ma se agiamo ora, ciò non accadrà. Possiamo fare la nostra parte per mitigare l’impatto di un surriscaldamento climatico. Nel caso di Mondi questo si traduce non soltanto nel nostro impegno per la sostenibilità e la riduzione della nostra impronta di CO2, ma anche nell’impegno a produrre Nautilus, il nostro marchio di carta riciclata.
Carta

Cenni sulla carta riciclata

Come si arriva alla carta riciclata?
 
In materia di carta riciclata, l’Europa sta già facendo la sua parte. Dato che il 72% della carta utilizzata in Europa è riciclata, il nostro continente è leader mondiale in questo settore. Appena sotto il limite naturale di riciclo della carta che sta approssimativamente intorno al 78%. L’altro 22%  è costituito da libri o altri importanti documenti che vengono conservati per periodi di tempo più lunghi o da altra carta che è semplicemente troppo contaminata per essere riciclata.
 
Dando uno sguardo ai dati storici, possiamo vedere come l’uso di materiali riciclati sia cresciuto dal 35% al 46% nel giro di quindici anni, eclissando l’utilizzo di fibre vergini. Ciò significa che utilizziamo quasi tanta carta riciclata quanto quella derivata da fibre nuove.  

Ma in sostanza come si arriva alla carta riciclata? 

All’inizio del processo c’è la carta straccia, generalmente raccolta dai cassonetti. Carta straccia post consumo è presente in tutte le forme, dimensioni e colori, pertanto il passo successivo è ovviamente una generale suddivisione in carta adatta o non adatta al riciclo.
 
Il passo successivo richiede uno sguardo più attento: di che tonalità è la carta? Quanto è pulita? Quando scegliamo la carta che sarà convertita in Nautilus, ci assicuriamo che sia della migliore qualità in modo da ottenere il maggior grado di punto di bianco con il minor numero possibile di impurità.
 
Ma non è ancora tutto. La maggior parte della carta straccia post consumo contiene inchiostro o materiali simili che dobbiamo eliminare. Il processo di deinchiostrazione, come dice il nome, rimuove l’inchiostro dalla carta. Ciò che resta è una mescolanza che, dopo alcuni procedimenti, è perfettamente idonea alla produzione di carta.   
 
Siamo pronti per produrre Nautilus.
Cyclo

Il ciclo di sostenibilità

Le fibre della carta durano da quattro ai sei cicli vitali
 
La capacità di creare carta di alta qualità da un prodotto di scarto è una gran cosa. E’ ciò che dovremmo fare tutti: trarre il massimo dalle risorse che abbiamo.
 
Tuttavia c’è sempre un ma: la carta non può essere riciclata per sempre. Ad un certo punto la fibra sarà troppo corta e generalmente quel punto si raggiunge dopo quattro o sei cicli vitali. Ciò significa che, anche con la più accurata raccolta post consumo di carta straccia, si arriverà ad esaurire la carta utilizzabile per il riciclo.
 
Torniamo di nuovo alle dolci colline e fitte foreste della regione di Liptov. Qui Mondi produce molti dei suoi marchi di carta e lo stabilimento che li produce è uno stabilimento cosiddetto integrato: tutta la polpa usata viene ricavata dalle foreste della regione cresciute in modo sostenibile. Il legno certificato FSC™ o PEFC proviene dalle foreste per creare le cosiddette fibre pure. Queste fibre vengono poi trasformate in normale carta da stampa professionale o da ufficio. 
 
Infographic_en_desktop2.jpg
Come mostra l’illustrazione, questa è la prima parte di un ciclo che termina sempre con la produzione di carta riciclata. Talvolta denominata economia circolare, ci piace l’immagine di un ciclo di sostenibilità. Senza fibre nuove probabilmente saremmo a corto di carta riciclata e, quale modo migliore per assicurare un costante rifornimento di materiale per carta riciclata che non attraverso carta prodotta da fibre nuove in maniera sostenibile?
 
A differenza dei tradizionali produttori di carta riciclata, Mondi è nella posizione privilegiata di poter coprire tutti gli aspetti del ciclo di sostenibilità. Oltre allo stabilimento nella regione di Liptov, Mondi gestisce un certo numero di stabilimenti in tutta Europa, i quali fanno tutti esclusivamente uso di polpa proveniente da foreste a gestione sostenibile, gestite direttamente da Mondi oppure acquistate sul mercato mondiale.   

Entrambi i nostri approcci, sia quello da foresta a carta che quello da carta a carta, sfruttano al massimo le nostre risorse. Questo ci consente non soltanto di produrre Nautilus agli standard che i client si aspettano dalla carta prodotta da fibre nuove, ma garantisce anche una catena di fornitura ininterrotta.  Oggi, domani e il giorno dopo.

In breve, il nostro ciclo di sostenibilità garantisce che Nautilus sia fatta per durare. Proprio come le fitte foreste della regione di Liptov.
Infobox

Impara di più

Qual è la differenza tra scarti pre e post consumo?

Nautilus è fatta interamente di carta straccia post consumo. Ma qual è veramente la differenza tra carta straccia pre e post consumo? In breve la carta straccia pre consumo è qualsiasi tipo di scarto raccolto prima di avere avuto modo di raggiungere il consumatore, come per esempio resti o ritagli direttamente in fabbrica. Lo scarto post consumo è la carta che è stata usata dal consumatore e successivamente raccolta durante un processo di riciclo.
SFATARE I MITI SULLA CARTA E MOLTO DI PIÚ

Ai giorni nostri si parla molto della sostenibilità della carta. TwoSides é un’organizzazione che informa ed educa sfatando i miti sulla carta e fornendo le prove necessarie a sostegno delle sue affermazioni. Dai un’occhiata e vedi quali preconcetti vengono messi in dubbio.
Clicca qui per saperne di piú -https://www.twosides.info/
nautilus_logo.jpg
MARCHIO

Carta riciclata by Mondi

Vedi il portfolio completo delle carte riciclate NAUTILUS® di Mondi per stampa professionale e uso d’ufficio.
 
Panoramica articoli

Vai al capitolo